Skip to content

DEAGLIO SCARICARE


    PDF/EPUB Scaricare ebook La bomba by Enrico Deaglio. Libri tutto in uno illimitati in un unico posto. Libri di Enrico Deaglio. Laureatosi in Medicina a Torino nel , comincia poi la carriera da giornalista della carta stampata e della televisione negli anni. laFeltrinelli. form-wizard.info S.p.A.. Scarica subito la nostra APP. Scarica · NEGOZI ED EVENTI Enrico Deaglio. Subito Disponibile. € 14, € 15, Enrico Deaglio (Torino, 11 aprile ) è un giornalista, scrittore e conduttore televisivo italiano Crea un libro · Scarica come PDF · Versione stampabile. A causa delle dimensioni del file, il download di questo libro potrebbe richiedere più tempo. Iniziative "18app" e "Carta.

    Nome: deaglio
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
    Licenza:Gratuito (* Per uso personale)
    Dimensione del file:20.54 MB

    DEAGLIO SCARICARE

    Tre sono i livelli temporali del racconto. Il primo, la cornice: il narratore dichiara di aver ricevuto materiale eterogeneo appunti, fotografie, diari, … da tale dottor Marcello Eucaliptus e di aver deciso di ordinarlo e raccontarlo.

    Gli affidano una valigia, di proprietà di sua zia Irene, ex dipendente del Ministero degli Interni, contenente numerosi documenti, appunti, oggetti. Ecco, allora, il terzo livello. Roosevelt, Michele Sindona e Giulio Andreotti: a partire dal ventennio fascista fino agli ultimi anni del secolo scorso, le storie di personaggi italiani e americani, della politica e della malavita, si intrecciano e tessono una trama della Storia del Novecento.

    Quello che conta, e che il romanzo di Deaglio fa emergere con forza, è la connessione strettissima, la permeabilità che è esistita, esiste e forse, ancora esisterà tra i diversi ambiti di potere che si incontrano in un mondo di mezzo.

    Quali sono le fermate più vicine a Biblioteca Civica Renzo Deaglio?

    Alassio è a metri di distanza a piedi e ci si arriva in 10 minuti di cammino. Moovit ti aiuta a trovare il percorso migliore per arrivare a Biblioteca Civica Renzo Deaglio con indicazioni passo dopo passo dalla fermata più vicina. O noi o loro.

    TreviglioInchiostro con Enrico Deaglio

    Anche perche' ormai, a noi, ci vogliono mettere in galera con qualunque scusa. Vi introduco quindi questo nuovo documentario sul nostro ducetto, da godere e soprattutto da diffondere a quelli che ancora hanno in testa solo "francia o spagna purche' se magna": un'ora e mezza di vergogna che mette l'accento sulla figura di Silvio Berlusconi, sul suo passato, le sue scalate, la sua ridicola discesa in campo, le sue amicizie mafiose, i "cavalli" del suo "stalliere", la sua megalomania, i suoi mausolei di marmo e le sue ville a prezzi scontati, i suoi debiti risanati alla facciazza nostra, dell'utri che deve stare in galera, i suoi "ragazzi di forza italia", il suo essere permaloso, i suoi insulti ai colleghi europei ed il suo paese dei balocchi.

    Pieno zeppo di assurde amenita' che ancora ignoravo e che, sinceramente, avrei preferito non avessero mai fatto parte della mia vita, men che meno nella triste figura dell'imprenditore in tacchi alti. In sede ministeriale?

    O durante la trasmissione dei dati? E' quello che si chiedono anche i due autori che ovviamente proveranno a dare una risposta. Nel film viene intervistato un programmatore americano che ha realizzato un software che permette di "truccare" la percentuale di schede bianche durante la trasmissione dei risultati dalle sedi locali a quella centrale. E' infatti improponibile l'ipotesi in cui in ogni seggio elettorale ci siano state persone che abbiano alterato il risultato: fortunatamente i seggi sono presieduti da rappresentanti di lista e forze dell'ordine.

    E infatti questa tesi è improponibile e viene subito abbandonata da Deaglio e Cremagnani. Allora non resta che ipotizzare che i dati siano stati "truccati" durante il trasferimento telematico dalle varie prefetture al ministero degli Interni.

    Enrico Deaglio - La zia Irene e l'anarchico Tresca

    Quindi, per dirla in breve, il baro sarebbe stato l'allora ministro degli interni Beppe Pisanu. L'ipotesi sembra essere più verosimile anche in considerazione degli strani comportamenti avuti da Pisanu in quella famosa notte: una prolungato e inspiegabile ritardo nella diffusione dei risultati, le interruzioni di comunicazioni con le circoscrizioni locali oltre ai 2 o 3 incontri sospetti che Pisanu ebbe con Silvio Berlusconi mentre doveva presiedere le operazioni di scrutinio.

    E allora cosa sarebbe successo? Secondo i due autori, un software installato probabilmente nel server centrale del ministero avrebbe modificato i dati provenienti dalle diverse prefetture. Più precisamente avrebbe spostato i voti "bianchi" in voti per "Forza Italia".

    E proprio grazie a queste tabelle riesce a fare un confronto con le passate elezioni e a verificare l'anomalo dato delle schede bianche. A questo punto si intuisce che le tabelle in possesso della giornalista siano quelle "falsificate", cioè NON quelle che riportano il numero esatto di schede bianche provenienti dalle prefetture, ma quelle in cui le schede bianche sono state modificate in voti per Forza Italia.

    Già, ma se hai in mano queste tabelle e vuoi verificare se il dato in esse contenute è effettivamente quello trasmesso dalle prefetture, cosa fai? Se sostieni che durante il passaggio dalle prefetture al ministero, i dati siano stati modificati illecitamente, come fai a dimostrarlo?

    E mi chiedo: perchè non lo hanno fatto? Non ci sono andati? No, non hanno fatto nemmeno una ricerca su Internet.

    Ma come è possibile? Dicono che nel passaggio dalla prefettura al ministero i dati siano stati "truccati", riescono ad ottenere i dati del ministero truccati e a quel punto non ti preoccupi di andarli a confrontare con quelli delle prefetture locali?

    Patria 1978-2010

    Sarebbe la pistola fumante E invece i due cercano di dimostrare il broglio proprio utilizzando come prova la bassa percentuale di schede bianche: in altre parole usano l'indizio come una prova. Beh io c'ho messo dieci minuti per trovare i documenti sui vari siti delle prefetture.

    Ora si suppone che i documenti siano attendibili, a meno che non si voglia ipotizzare che un gruppo di hacker di Forza Italia sia penetrato nei diversi siti delle prefetture ed abbia cambiato anche i loro dati ufficiali.