Skip to content

SCARICARE PROGETTO AUDIOVISIVO SCUOLA


    Contents
  1. Formazione "TeatroForum 2019-20"
  2. Le Decisioni
  3. “DIDATTICA DELL’AUDIOVISIVO”
  4. Normativa Statale

Si comunica che sono aperte le iscrizioni ai seguenti corsi di formazione destinati ai docenti. Gli iscritti che Sito web: form-wizard.info Mail: didattica. [email protected] Per scaricare la circolare clicca qui. “Cinema per la Scuola – I progetti delle e per le scuole”. Articolo 1 dovrà essere scaricato, sottoscritto digitalmente dal dirigente scolastico e caricato nuovamente didattica del linguaggio cinematografico e audiovisivo e. CISA Scuola Specializzata Superiore per il cinema e la televisione. CISA ( Conservatorio Internazionale di Scienze Audiovisive) con sede a Locarno, DOWNLOAD Piano Studi Padroneggiano tutte le fasi della produzione e sanno di volta in volta sia elaborare un progetto complessivo, sia concentrarsi da soli oppure. LE SCUOLE DOVE SI INSEGNA AUDIOVISIVO IN ITALIA ISTITUTI TECNICI Formativa Costruzione di alleanze per la salute 51° INCONTRO PROGETTO. progetto di educazione al linguaggio audiovisivo rivolto alla scuola Il fasciolo che riassume le proposte si può scaricare a questo indirizzo.

Nome: progetto audiovisivo scuola
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Android. Windows XP/7/10. MacOS.
Licenza:Gratuito (* Per uso personale)
Dimensione del file:47.57 MB

Pensiamo che vi sia piaciuta questa presentazione. Per scaricarla, consigliatela, per favore ai vostri amici su un qualsiasi social network. I tasti si trovano più in basso. Pubblicato Linda Caselli Modificato 3 mesi fa. Risultato della confluenza di diverse classi di concorso riguardanti: cinema, fotografia, suono, produzione.

Pannello accessibilità. Alto contrasto Basso contrasto.

Formazione "TeatroForum 2019-20"

Area riservata. Siti Istituzionali. Iscrizioni Online. USP Campania. CSA Napoli. Autocertificazione Vaccinazioni. Modulo autocertificazione vaccinazioni. Amministrazione Trasparente. Elenco siti tematici. Modulistica Date scrutini finali scuola pr Modulistica Docenti e ATA. Modulistica alunni e genitori. Archivio Circolari Il Milano Film Network MFN è la rete che unisce l'esperienza e le risorse dei sette festival di cinema milanesi per offrire una proposta culturale lungo tutto l'anno e una serie di servizi per chi si occupa di cinema e audiovisivo a Milano e in Italia.

Per raggiungere tali obiettivi, il MFN opera su due differenti fronti:. Sarà proiettata una selezione di cortometraggi tra i più significativi presentati all'interno della selezione internazionale dell'edizione INVIDEO , in programma dal prossimo 28 ottobre al 1 di novembre.

La proiezione sarà accompagnata dall'analisi e dal commento della Dott. In un'epoca profondamente segnata dalla rivoluzione digitale - che determinato una serie di trasformazioni tecnologiche, culturali e di costume - si è delineato uno scenario di dialoghi, contaminazioni e fusioni sempre più fitte tra i nuovi media della produzione audiovisiva elettronica, il cinema, la fotografia e le varie forme di arte figurativa e performativa.

La partecipazione delle classi alla matinée prevede una quota di iscrizione di 4,00 euro per ogni studente. Ingresso gratuito per i docenti accompagnatori. La scheda di iscrizione è da compilare in ogni sua parte. In un'epoca profondamente segnata dalla rivoluzione digitale - la quale ha determinato una serie di trasformazioni tecnologiche, culturali e di costume -, si è venuto a delineare uno scenario di dialoghi, contaminazioni e fusioni sempre più fitte tra i nuovi media della produzione audiovisiva elettronica, il cinema, la fotografia e le varie forme di arte figurativa e performativa.

Attraverso la presentazione di alcune tra le opere più suggestive della ventiseiesima edizione, si delineerà un percorso che evidenzierà come tecnologie antiche e media contemporanei convergano nella creazione di opere che riflettono sulla complessità del mondo attuale, proponendo modalità di visione e immaginazione alternative. Il tutto al confine dei linguaggi , tra nuove soluzioni narrative e forme sperimentali di visione.

La proiezione dei film sarà accompagnata dall' incontro e confronto con esperti di cultura cinematografica e formazione. Il workshop, suddiviso in due moduli, mira ad accrescere le conoscenze e le sensibilità sul tema della parità di genere.

La metodologia didattica attraverso cui si attuerà la proposta utilizza il linguaggio cinematografico e altri linguaggi audiovisivi come risorsa formativa : alle lezioni frontali sono intervallati momenti di dibattito, proiezioni ed attività pratiche di confronto, da svolgersi in piccoli gruppi, e produzioni da commentare e discutere insieme.

Proiezione della video-inchiesta Ma il cielo è sempre più blu in cui bambini e bambine delle scuole primarie d'Italia sono interrogati sugli stereotipi di genere. Esplorazione e riflessione sui casi incontrati durante la realizzazione e la restituzione del progetto. Rappresentazioni, desideri e prodotti legati al mondo dell'infanzia, analizzati e discussi attraverso il confronto di cataloghi di giochi, film, cartoni animati e spot pubblicitari.

Attraverso analisi, provocazioni ed attività pratiche i partecipanti sono invitati ad esplorare e ragionare, sulla base delle proprie esperienze personali e quotidiane, su modelli, lessico, ruoli di genere. Il workshop è condotto da Alessandra Ghimenti. Laureata in Cinema all'università di Pisa, è docente di ripresa presso la Libera Università delle Donne, associazione in cui ha coltivato il suo femminismo che confluisce anche nella Casa delle Donne di Milano.

Info e iscrizioni La partecipazione prevede una quota di iscrizione di 60,00 euro a partecipante. Al termine del workshop sarà rilasciato un attestato di partecipazione. Il progetto Il cinema incontra i mestieri intende divulgare la conoscenza dei linguaggi cinematografici tra gli studenti tra i più giovani, attraverso una serie di incontri finalizzati a fornire competenze generali e strumenti per una conoscenza più approfondita dei mestieri del cinema e per incentivare una nuova partecipazione attiva alla vita culturale del nostro paese.

A tal fine, saranno coinvolti professionisti del cinema italiano selezionati tra i nomi più significativi della scena contemporanea. Durata del seminario e costi: La realizzazione del progetto è prevista durante i week end. Ogni incontro avrà la durata di una giornata: Quota di iscrizione: ,00 euro.

Milano Film Network, in collaborazione con Filmmaker Festival , presenta due laboratori ludico-formativi dedicati al teatro d'immagini e al cinema d'animazione, rivolti a bambini dai 6 ai 12 anni di età, in programma sabato 28 novembre e sabato 5 dicembre , entrambi dalle ore 15 alle ore 17 in Fabbrica del Vapore.

Il laboratorio è condotto da Francesca Heusser e Andrea Arnoldi, autori di questo progetto attraverso cui cercano di portare la propria esperienza lavorativa nel mondo dell'infanzia all'interno della narrazione di fiabe per ogni età.

È importante che la propria immagine raffigurata nella fotografia figura intera o solo volto non superi una dimensione massima di 10 centimetri. I posti sono limitati pertanto è obbligatoria la prenotazione.

Le Decisioni

Adriano Olivetti, tra cinema e testimonianza. Iscrizioni aperte fino al 15 novembre. Un seminario rivolto a tutti gli amanti del cinema, ma anche a formatori ed educatori, interessati a un percorso di autoformazione a cura di Patrizia Rappazzo e Sergio Di Giorgi.

Attraverso le letture offerte da alcuni importanti autori della cinematografia internazionale, si cercherà di affrontare alcune problematiche oggi cruciali nelle relazioni di coppia. Il film quindi viene usato come pretesto in cui proiettare il proprio vissuto personale e da cui far emergere risposte possibili alla risoluzione di dinamiche non equilibrate.

Il secondo è quello di Responsabilità, intesa come la capacità di assumersi la responsabilità delle proprie scelte. La persona matura abbandona il ruolo di vittima e diventa agente attivo della sua trasformazione. Occorre lasciarsi coinvolgere, in prima persona, giocandosi sin da subito rispetto alla relazione con il gruppo. Leggi tutte le sinossi. Se avete visto il film HUGO CABRET di Martin Scorsese saprete per certo chi è George Méliès e che il suo ruolo è stato fondamentale nella storia del cinema: fu tra i primi a sperimentare le tecniche d'animazione e gli effetti speciali applicati al corpo umano ed è considerato l'inventore del Cinema Fantastico.

Proveremo a mettere in scena piccole storie scomparendo e ri-apparendo magicamente, trasformandoci l'uno nell'altro o in altro ancora, attraversando pareti e specchi Si tratta di un workshop dal taglio fortemente formativo che permetterà di sperimentare le tecniche del cinema d'animazione ed acquisire conoscenze, strumenti e competenze per attivare percorsi di produzione audiovisiva in autonomia in classe o in altri contesti socio-educativi.

Proiezioni e laboratori ludico-formativi incentrati sul cinema d'animazione, attraverso i quali esplorare le tecniche proprie di questo genere cinematografico e sperimentare in prima persona la produzione di brevi film animati, in un viaggio alle origini della settima arte. Esploreremo la tecnica di animazione clay animation: modellando la plastilina per poi animarla in stop motion, giocheremo a dar vita a strani personaggi a cui piace particolarmente trasformarsi e prendere sembianze nuove Target: rivolto a bambini dai 6 anni ai 12 anni massimo 20 partecipanti.

Faremo un bottino di semi, ghiande, foglie cadute, sassi, petali sfioriti, rami secchi, terra ed altri elementi naturali che rintracceremo esplorando i giardini e gli angoli verdi di Cascina Cuccagna e daremo loro nuova vita facendoli diventare attori protagonisti di una piccola storia animata.

Le opere proposte presenteranno inoltre una panoramica sui generi cinematografic i, spaziando dalla fiction, ai documentari, al cinema d'animazione e alle opere sperimentali. Alcuni dei cortometraggi in programma sono stati presentati e premiati nei maggiori festival cinematografici internazionali dedicati al formato breve e saranno qui proiettati in anteprima italiana. La proiezione dei film sarà accompagnata dall'incontro e confronto con esperti di cultura cinematografica e formazione e, laddove possibile, dalla presenza dei registi.

I film proposti sono indicati per gli alunni delle scuole secondarie di secondo grado. Ripercorrendo l' immaginario , l' arte culinaria e le fiabe della tradizione di Africa, Asia e America Latina e promuovendo la creatività e la manualità, bambini e ragazzi verranno guidati in un percorso ludico di conoscenza dei meccanismi che stanno alla base del cinema di animazione.

Condotti da educatori ed esperti, attraverso l'utilizzo della tecnica dello stop-motion e l'ausilio di materiali vari plastilina, cartoncino, oggetti di riuso, … , potranno sperimentare in prima persona la realizzazione di un cortometraggio d'animazione. Il laboratorio è rivolto a bambini dai 6 agli 11 anni di età. Il laboratorio è rivolto a bambini dai 4 agli 8 anni di età.

Info e iscrizioni La partecipazione prevede una quota di iscrizione di 8,00 euro a bambino per ciascun laboratorio , comprensiva dei materiali. I genitori potranno attendere la fine del laboratorio visitando gli spazi del Festival Center in cui saranno allestite mostre fotografiche e artistiche legate ai tre continenti o potranno rilassarsi nello spazio bar al piano terra.

La proiezione dei film sarà accompagnata dall'incontro e confronto con esperti di cultura cinematografica, diritti umani e formazione. La proiezione sarà in lingua originale con sottotitoli in italiano.

Inglese, Ebraico, Arabo con sottotitoli in Italiano, documentario. La proiezione sarà seguita dall'incontro con la regista Barbara Nava. Arabo con sottotitoli in Italiano - lungometraggio, fiction. Scopri le sinossi dei film qui La partecipazione delle classi alle matinée prevede una quota di iscrizione di 4,00 euro per ogni studente.

Anche i genitori interessati possono prendere parte alla matinée e la loro partecipazione prevede una quota di iscrizione di 3,00 euro per ogni genitore. L'ingresso è gratuito per i docenti accompagnatori. Un laboratorio ludico e formativo attraverso cui scoprire la tecnica di animazione clay animation e divertirsi con la magia delle trasformazioni.

“DIDATTICA DELL’AUDIOVISIVO”

Modellando la plastilina per poi animarla in stop motion , giocheremo a modificare espressioni del viso, capigliature, abbigliamento ed accessori a volti e personaggi stravaganti.

La partecipazione prevede una quota di iscrizione di 10,00 euro a bambino, comprensiva dei materiali. Le lezioni offriranno agli studenti della Facoltà di Comunicazione, relazioni pubbliche e pubblicità dello IULM , una panoramica sui festival di cinema milanesi. Ciascun festival, con la propria specificità tematica, offre un panorama variegato di cinema internazionale che propone linguaggi, stili, forme e narrazioni differenti e si rivolge, sia agli addetti ai lavori, sia ad un pubblico eterogeneo per età e cultura.

Le lezioni prevedono la partecipazione attiva degli studenti e saranno arricchite da brevi proiezioni che amplieranno la conoscenza del festival in oggetto. Saranno forniti, in visione, vari materiali prodotti nelle edizioni dei festival. Sabato 6 dicembre , dalle ore La proiezione sarà accompagnata dall' analisi e dal commento di esperti di cultura cinematografica e formazione.

Suggeriamo ad ogni bambino di portare con sè un piccolo oggetto che potrebbe entrare a far parte delle Immaginastorie. Ad esempio: una chiave, un bottone, una foglia, un fiore, un rametto, una caramella, un piccolo gioco, un pezzo di carta ritagliato con la forma preferita, o qualsiasi altra cosa che non superi una dimensione massima di 10 centimetri.

La partecipazione prevede una quota di iscrizione di 7,00 euro. Milano Film Network in collaborazione con Filmmaker Festival propone un momento di approfondimento sul cinema del reale dedicato agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado di Milano e provincia. La proiezione sarà accompagnata dall' analisi e dal commento di esperti di cultura cinematografica , che guideranno gli studenti all'interno del linguaggio del cinema documentario , che rielabora e ricontestualizza la pluralità di forme dell'audiovisivo contemporaneo, tra immagini private e riprese professionali.

Un'occasione per aprire un dialogo tra generazioni sul senso dell'immagine in movimento ai tempi di internet.

Normativa Statale

Il film sarà proiettato in lingua originale Spagnolo catalano con sottotitoli in Italiano. Come si fa ad essere invisibili in un video? I laboratori sono condotti da See Mars , uno studio milanese di produzioni audiovisive che affianca a progetti commerciali, video di stampo artistico o sperimentale spaziando tra linguaggi animazione e live action e media televisione e web. La partecipazione prevede una quota di iscrizione di 5,00 euro a bambino.

Titolo: Stop al Cyberbullismo! Da una parte, le pratiche e i comportamenti digitali diffusi tra i giovani rappresentano -al di là di letture superficiali e riduttive- significative esperienze di comunicazione, testimoniando anche, e soprattutto, attitudini e competenze agli usi creativi dei linguaggi mediali. In linea con le indicazioni di protocollo tra MIUR e MIBACT, che prevedono che le attività culturali entrino a pieno titolo nel palinsesto formativo, si propone con questa giornata formativa un progetto che mira a sostenere le azioni contro il fenomeno del cyberbullismo attraverso metodologie che utilizzano il linguaggio cinematografico e altri linguaggi audiovisivi come risorsa e veicolo per leggere ed affrontare -sul piano cognitivo come su quello emozionale- le problematiche della realtà contemporanea.

La giornata seminariale è rivolta in primo luogo ai docenti delle scuole di ogni ordine e grado , ma è aperta alla partecipazione attiva degli studenti a cominciare da quelli già coinvolti in progetti specifici sulla problematica , dei rappresentanti dei genitori , delle istituzioni scolastiche , nelle loro diverse articolazioni, e di altri portatori di interesse rispetto al contrasto del fenomeno e dei fenomeni correlati.

Professor Luciano Cerioli, psicologo e psicoanalista, docente a contratto varie università. Sergio Di Giorgi, formatore esperto dei linguaggi audiovisivi per l'apprendimento degli adulti. Raccontare il cyber-bullismo attraverso i linguaggi audiovisivi". Nella prima parte del laboratorio saranno proiettati i video realizzati ad esito del progetto. La frequenza è gratuita a tutte le fasi della giornata seminariale.

La sessione laboratoriale pomeridiana prevede la partecipazione ad iscrizione limitata max 50 insegnanti. Per iscriversi ai laboratori compilare la form sul sito www. Collaborando in piccoli gruppi i bambini realizzeranno set animati che avranno come protagonisti animali reali o fantastici.

Con semplici disegni, colori e cartoncino, proveremo a costruire queste macchine ingegnose e a dar vita, in breve tempo, a piccole storie animate. Condotti da educatori ed esperti, attraverso l'utilizzo della tecnica dello stop-motion e l'ausilio di materiali vari plastilina, cartoncino, stoffe, oggetti di riuso, … , potranno sperimentare in prima persona la realizzazione di cortometraggi d'animazione.

Le brevi storie animate, ispirate alle fiabe tradizionali o inventate durante il laboratorio stesso, avranno come soggetto viaggi fantastici nei tre continenti del Festival. I bambini verranno condotti in un viaggio nel tempo, alle origini del cinema, quando i disegni e le immagini fisse hanno cominciato ad animarsi magicamente grazie a particolari macchine ottiche: taumatoprio, pedemascopio, zootropio, fenachistoscopio Titolo: Roma, la città dei migranti.

Tre generazioni, un racconto. Casa del Cinema settembre Roma. Queste persone hanno sviluppato un punto di vista forte, a volte sintetico e sbrigativo, proprio come i romani, e a Roma hanno già dato molto. Nel workshop verranno infatti affrontate le scelte che un autore deve compiere durate il processo di selezione del soggetto e di scrittura del trattamento, per procedere poi nella definizione delle location, delle azioni da seguire, dei compagni di viaggio, delle risorse e delle attrezzature necessarie.

Paolo Martino, 33 anni, regista, video-reporter, blogger, collaboratore di testate italiane e straniere, segue da anni le rotte del fenomeno migratorio, indagandone le cause e gli effetti, le circostanze. Nel viaggia dal Caucaso a Beirut seguendo i luoghi e la storie della diaspora armena mediorientale. I candidati dovranno inviare il proprio C.

Milano Film Network , in collaborazione con Filmmaker , propone una nuova edizione del laboratorio produttivo finalizzato allo sviluppo di progetti audiovisivi e rivolto a giovani registi.

Tutte le case histories di successo dei progetti sviluppati nelle edizioni e di In Progress: premi, co-produzioni e selezioni ai festival. Attraverso il presente bando, Milano Film Network , con il supporto di Fondazione Cariplo e in collaborazione con Filmmaker e Lombardia Film Commission , intende sostenere gli autori nello sviluppo e nella realizzazione di film e progetti audiovisivi innovativi nel linguaggio, nelle tecniche, nei contenuti e nella modalità produttive.

Il percorso formativo si articola in una serie di approfondimenti teorico-pratici, condotti da registi e professionisti di profilo internazionale , alla quale si unisce una costante attività di confronto con alcune figure di riferimento e un'ulteriore fase di tutoraggio. L'intero progetto è finalizzato allo sviluppo di idee cinematografiche che, una volta formalizzate in progetti realizzativi, verranno selezionate e sostenute dal punto di vista creativo, organizzativo e finanziario.

In Progress è aperto a progetti di finzione, documentari, sperimentali e seriali. A tutti gli autori, italiani o stranieri che alla data di scadenza del bando abbiano realizzato almeno un lavoro audiovisivo presentato pubblicamente. Gli incontri si terranno esclusivamente in lingua italiana. Per partecipare alla selezione, occorre presentare un progetto di film o audiovisivo articolato nei seguenti materiali:.

È data piena libertà di genere e durata. Ai candidati pre-selezionati potrà essere richiesto un incontro preliminare conoscitivo. Una commissione nominata dal Milano Film Network selezionerà, entro il 16 maggio , fino a un massimo di 20 candidati ai quali verrà richiesta una quota di iscrizione di euro , Gli incontri si terranno a Milano durante il fine settimana, nel periodo compreso tra fine maggio e settembre — il calendario sarà comunicato ai progetti selezionati entro il 16 maggio.

Al termine di questa fase, e non oltre il 18 settembre , i candidati selezionati dovranno elaborare un dossier produttivo relativo al progetto audiovisivo sviluppato che verrà valutato da una giuria esterna composta da esperti del settore e nominata dal Milano Film Network. La giuria sceglierà i 3 progetti vincitori di borse di sviluppo e formulerà una graduatoria di merito di 10 progetti che saranno invitati ad una giornata di presentazione e pitching con professionisti del settore durante il Filmmaker Festival 25 novembre — 4 dicembre.

Il MFN sosterrà economicamente il progetto meglio classificato con una borsa di sviluppo di euro e il secondo classificato con una borsa di euro grazie al contributo di Lombardia Film Commission. Tutti gli iscritti all'atto dell'iscrizione si impegnano a rispettare le seguenti condizioni minime:. Per ulteriori informazioni: workshop milanofilmnetwork. In collaborazione con:.

A questo compito non si è sottratto il cinema, soprattutto nella sua forma più emozionalmente legata alla realtà: il documentario. Raccontare le migrazioni significa in primo luogo dubitare. La continua eco generata oggi dalle migrazioni sui media europei incalza continuamente sia il narratore che il pubblico, sollecitando entrambi su qualcosa che viene avvertito come prossimo, imminente, allarmante; da qui la necessità di soluzioni espressive nuove , urgenti, elaborazioni di punti di vista originali e fecondi.

Quali punti di vista ha a disposizione un videomaker per mantenere uno sguardo profondo e consapevole? Dove passano i confini tra noi e gli altri? Nel workshop a cura di Sergio Di Giorgi verranno affrontare le scelte che un autore deve compiere durate il processo di scelta del soggetto e di scrittura del trattamento per procedere poi nella definizione delle location , dei compagni di viaggio, delle risorse e delle attrezzature necessarie.

Momento costitutivo del processo sarà la strada, luogo di incontro per definizione, dove scopriremo che chi ci cammina a fianco ogni giorno ed è venuto da lontano, non è solo portatore, di lingue, vestiti, abitudini diverse, ma è in primo luogo interprete e protagonista della realtà unica e indivisibile in cui viviamo tutti i giorni: la società.

Infine, in sede di montaggio si tornerà ai problemi teorici discussi in partenza, dal soggetto al trattamento, ma calati adesso nella concretezza del materiale girato , cercando un efficace compromesso tra le idee iniziali e il risultato del lavoro nelle giornate trascorse in strada. Paolo Martino Reporter e documentarista, frequenta da anni il Medio Oriente. Nel ottiene un premio giornalistico europeo seguendo la rotta dei rifugiati afghani dal Kurdistan all'Italia.

Nel il suo documentario "Just about My Fingers" sulla condizione dei rifugiati in Grecia riceve vari riconoscimenti. E' autore di vari reportage pubblicati su riviste italiane ed internazionali. Ha 32 anni. I partecipanti dovranno essere in possesso di videocamera e computer personale dotato di apposito programma di montaggio.

Il costo di iscrizione per la partecipazione al workshop è di ,00 euro.

Numero max di partecipanti: 20 Scadenza Iscrizioni: 28 febbraio Per ulteriori informazioni: Bianca Badialetti comunicazionesguardialtrove gmail.

Daniele Incalcaterra, protagonista della retrospettiva di Filmmaker , racconta il suo metodo e ripercorre le tappe del suo confronto appassionato e continuo con la realtà sociale e politica. In Russia, Bolivia, Argentina, Italia e Paraguay il regista trova i mezzi per ricostruire un mondo, intrecciare rapporti, cogliere momenti di trasformazione epocale.

Una pratica documentaristica in continua evoluzione, che dal cinema diretto degli Atelier Varan a El Impenetrable , dove l'autore si presenta come il protagonista della sua storia, ha sempre offerto spunti nuovi e seminato vocazioni a filmare nelle generazioni più giovani. L'incontro si terrà dalle ore 10 alle ore 13 presso la Fabbrica del Vapore di via Procaccini 4.

Il costo di iscrizione per la partecipazione alla masterclass è di 10 euro. Per ulteriori informazioni: Nadia Fontanella workshop milanofilmnetwork. Ti sei cimentato con la scrittura giornalistica e vorresti farne un mestiere? Scrivi di cinema e vorresti avvicinarti ai festival e alle loro pubblicazioni?

Ami la fotografia e vuoi capire come si racconta una storia per immagini? Usi la videocamera e vorresti diventare un videoreporter? Per cercare di rispondere a queste domande, il Milano Film Network propone un Workshop dedicato al giornalismo cinematografico , chiamando professionisti di primo piano a condurlo. Il taglio del workshop è teorico-pratico : dopo accurate ricognizioni dell'argomento, i partecipanti si misureranno con esercitazioni pratiche.

Le schede, le notizie e le interviste realizzate saranno lette e corrette dai docenti che simuleranno in modo realistico il funzionamento di una redazione. Lo stesso avverrà per la sezione audiovisiva dove verranno esplorate le specificità del video nel lavoro ai festival intervista, reportage, il colore A chi porterà a termine il workshop verrà offerta un' esercitazione nella redazione di MFN Daily , pubblicazione quotidiana online che esce in corrispondenza ai 7 festival del Network.

Ad ognuno verrà offerta la possibilità di misurarsi con il lavoro di redazione, scrivendo ed editando notizie, schede e interviste sotto la guida del giornalista professionista che sarà chiamato a dirigere la pubblicazione. Lo stesso avverrà per i contributi video che verranno quotidianamente realizzati, montati e caricati sulla piattaforma audiovisiva del MFN.

Il profilo ideale del partecipante al Workshop va dallo studente dell'ultimo anno delle scuole e dei master di giornalismo e dei corsi di laurea di cinema e spettacolo al giovane pubblicista che ha già avuto modo di cimentarsi con la scrittura giornalistica su testate online o cartacee.

Particolarmente interessanti le prospettive per il fotografo e il redattore che vogliono capire i segreti del photo editing e per il giornalista che vuole aggiornarsi al mezzo e al linguaggio audiovisivo tv, web, ecc.

Il calendario di lezioni e esercitazioni è il seguente: 24 ottobre h. Come redigere un testo, la scheda di un film, come organizzare e realizzare un'intervista. La selezione delle notizie e la loro gerarchia.

Disegnare una pagina: testi, immagini, elementi grafici. Immagini e testi: la fotografia come racconto. La selezione delle immagini e il lavoro del Photo editor. L'intervista in video: opportunità e rischi. Il videoreportage ai festival La quota di iscrizione , che comprende lezioni frontali, esercitazioni e stage è di euro.